mercoledì 3 dicembre 2014

Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi vince premio per la migliore divulgazione scientifica online

Il Carnevale della Fisica approda sulle pagine del  prestigioso Neuroscience Institute Cavalieri Ottolenghi, di Orbassano (TO):

Come già in passato il Carnevale della Fisica continua così nella sua opera che premia l'alta divulgazione scientifica online, ovvero chi, utilizzando il web, si impegna a promuovere la scienza tra il largo pubblico, soprattutto quello più giovane.

Come già hanno fatto altri centri di eccellenza come ASI (Agenzia Spaziale Italiana) e INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) e testate internazionali come EL PAIS, PUBLICO e GARA, anche il NICO, l'Istituto scientifico della Fondazione Cavalieri Ottolenghi di Orbassano (Torino), prosegue nell'opera di diffusione della conoscenza scientifica partecipando e vincendo a una delle edizioni del premio. 

Grazie alla candidatura di Laura Celeghin, direttore del Centro Scienza, il prof. Federico Luzzati ha partecipato con C'ERA UNA VOLTA UN NEURONE, classificandosi al secondo posto.

Lo spettacolo - fatto di animazioni, illusioni, un po’ di teatro e giochi interattivi - è stato presentato con grandissimo successo di pubblico per l'edizione 2013 di Giovedì Scienza e alla Notte dei ricercatori 2014.

Federico Luzzati presenta in modo semplice alcuni dei meccanismi di base del funzionamento del nostro cervello, partendo dal presupposto che tutti quanti ne abbiamo uno! 



Studiare meccanismi biologici fondamentali e sperimentare strategie terapeutiche innovative per le patologie neurodegenerative e neuropsichiatriche.


Questo l'obiettivo del NICO, centro di ricerca dedicato alle Neuroscienze che trae la sua forza dall'unione della ricerca di base (volta a capire i meccanismi di funzionamento e riparazione del sistema nervoso come problema biologico) con quella di tipo applicativo e clinico (che traduce la prima in approcci terapeutici, guardando al sistema nervoso come a un problema clinico). 

La complessità degli studi sul cervello rende infatti necessario adottare un approccio multidisciplinare. La nascita del NICO risponde proprio all'esigenza di aggregare le esperienze complementari di venti docenti universitari e ottanta ricercatori, sfruttando al meglio sia l'integrazione del patrimonio di conoscenza sia l'uso comune di laboratori e grandi e costose apparecchiature scientifiche.
Alzheimer, sclerosi multipla e SLA (sclerosi laterale amiotrofica). Sono le patologie neuro-degenerative più conosciute, ma spesso si dimentica che la strada per trovare una terapia - così come quella per altre malattie o lesioni del sistema nervoso - parte inevitabilmente dalla ricerca di base.
Per questo la ricerca al NICO è dedicata a indagare sia struttura e funzione normale del sistema nervoso, sia i processi degenerativi e i meccanismi di riparazione e rigenerazione delle cellule cerebrali. 

BROCHURE GRATUITA [ scarica la brochure in pdf ]



PER APPROFONDIRE


Nessun commento:

Posta un commento